facebooktwitteryoutube
in Investimenti - 14 Apr, 2017
by Frangenti Culturali - no comments
Come Investire in Valuta Straniera

La valuta straniera è il denaro corrente usato in paesi al di fuori dell’area euro (dollari americani, franchi svizzeri, sterline inglesi e yen le valute più note).
La valuta straniera può essere acquistata come forma di investimento, se si punta sull’indebolimento dell’euro rispetto alla valuta che si acquista. L’investimento in valuta straniera è quindi rischioso perchè può comportare una perdita, più o meno ampia, del capitale investito.

Risulta essere una forma di investimento molto facile da attuare, ma comprare banconote straniere non è comunque la forma ideale per puntare al rialzo di una certa valuta. Supponiamo di voler scommettere sul rialzo del dollaro nei confronti dell’euro. Ho due soluzioni:

– comprare delle banconote di dollari: in questo caso in guadagno è dato dall’apprezzamento eventuale del dollaro;
– comprare un’obbligazione denominata in dollari: in questo caso il guadagno è dato dall’apprezzamento eventuale del dollaro + la cedola (sempre in dollari) pagata dall’obbligazione. Questa seconda soluzione è quindi preferibile. Inoltre, è meglio puntare su una obbligazione a tasso variabile piuttosto che su una obbligazione a tasso fisso, così ci si tutela da eventuali mutamenti dei tassi d’interesse sul mercato americano.

In ogni caso, mentre in passato l’investimento in valuta estera era piuttosto ricorrente a causa
delle periodiche svalutazioni a cui la lira era sottoposta, con l’entrata in vigore dell’euro questo
motivo è sparito.